Le proprietà benefiche dei pomodori

Dal colore per lo più rosso rubino e dalle svariate forme, i frutti del pomodoro, grazie al contenuto di nutrienti, sono dei preziosi alleati del nostro organismo. La pianta di pomodoro appartiene alla famiglia delle Solonaceae ed è originaria del Sud America. In Italia si è diffusa soprattutto nelle regioni del Sud grazie al clima più favorevole. E’ diventato uno degli ortaggi simbolo della tradizione italiana ed è alla base di molti piatti tipici conosciuti in tutto il mondo. Può essere consumato crudo, molto dissetante e rinfrescante, oppure cotto.pomo-300x200

Il pomodoro è un ortaggio costituito per il 94 % di acqua per cui è poco calorico, solo 19 Kcal. Se consumato crudo è una buona fonte di vitamina C, che ricordiamo essere termolabile per cui il suo contenuto si riduce drasticamente con la cottura, e di sali minerali (per lo più potassio). La caratteristica nutrizionale più interessante è la presenza di licopene di cui è ricco. Anche altri alimenti lo contengono (come per esempio le albicocche, l’anguria, la zucca etc.), ma solo i pomodori ne hanno davvero quantità elevate. Questa sostanza appartiene alla famiglia dei carotenoidi come la zeaxantina, la luteina e il betacarotene. Si tratta di pigmenti che solitamente donano ai prodotti vegetali il colore che varia dal giallo all’arancio sino al rosso ma che sono presenti, anche in concentrazioni elevate, nei vegetali a foglie verdi come gli spinaci. Nel pomodoro maturo il licopene si trova soprattutto nello strato più esterno, la buccia, dove in seguito alla maturazione del frutto va a sostituire la clorofilla.

solo-tabella-nutriz.-pomodoro-300x225
Negli ultimi decenni sono stati svolti numerosi studi che hanno indagato il ruolo di questa molecola per la salute dell’uomo. Sono state studiate soprattutto le proprietà antitumorali e antiossidanti. Infatti, sembra che il licopene abbia degli effetti positivi nel contrastare l’insorgere di malattie cardiovascolari, soprattutto nelle donne. Lo si ritiene utile nel combattere l’invecchiamento cellulare, contrasta l’attività dei radicali liberi, molecole instabili che danneggiano il DNA delle cellule e che, specialmente in presenza di stress aggiuntivi come fumo, inquinamento e esposizione a cancerogeni, possono aprire la strada a alterazioni di tipo tumorale. Inoltre, da diversi studi è emerso un probabile ruolo protettivo nello sviluppo dei tumori alla prostata. Questo è stato confermato anche dal Fondo Mondiale per la Ricerca sulpiatto Cancro.

Un aspetto da tenere in considerazione è che, a differenza di quanto avviene con le vitamine e molti sali minerali, l’assorbimento del licopene aumenta con la cottura. Il trattamento termico libera il licopene trattenuto all’interno delle cellule del pomodoro e lo rende disponibile per essere assorbito. L’assorbimento aumenta ulteriormente se viene aggiunta una modica quantità di grassi, come un filo d’olio extravergine. Quindi salse, passate, pomodori cotti al forno sono una fonte di licopene migliore rispetto al pomodoro fresco.



Questo articolo è stato visto 1238 volte.